Turismo musicale

I tour operator nell’ambito della musica

Sono ancora pochi  i  tour operator  che hanno colto la “nota” puntando  consapevolmente  sul   turismo musicale.   Tra questi  da una parte  c’è   Il Sipario Musicale,   musica lirica e  classica,   dall’altro Turismo Musicale, brand  di  Aretina Tours,  turismo musicale e folklorico.La nicchia del turismo musicale –  afferma  Matteo Cuccini,  responsabile Turismo Musicale (Aretina Tours di Arezzo) –   è   destinata a crescere in modo consistente nei prossimi anni , ma   è anche la  meno esplorata e analizzata sistematicamente. E’ uno dei pochi ambiti dove l’offerta non riesca a soddisfare tutta la domanda. Dal 2012 – continua- siamo on line con il progetto “Turismo in Musica” (www.turismoinmusica.it) , un portale interamente dedicato a Festival Musicali (più o meno noti) ed Eventi Folklorici, escludendo a priori dal nostro catalogo il settore lirico e operistico.  Le nostre offerte, che spaziano dalla formula del tour organizzato a   singoli servizi in concomitanza dell’evento, coprono principalmente  grandi raduni pop-rock, street festival e world party , con un target demografico 18-35, e jazz, world music e folklore con un target demografico 35-50. Le proposte di maggior successo  il Festival di Musica Gnaoua in Marocco, il Pellegrinaggio Gitano in Camargue e i Dervisci Rotanti in Turchia”.

Il turismo musicale in Italia

è un fenomeno relativamente giovane e ancora in via di sviluppo, sia a livello di domanda che di offerta – le parole di Andrea Cortelazzi, Il Sipario Musicale.  “Essendo specializzati sul  mondo dell’opera e della musica classica, il nostro cliente medio ha da 65 anni in su, ottimo profilo culturale, big spender, fascia alta/altissima. Per lo più pensionato di alto profilo,  destagionalizzato, opta  per viaggi brevi .  Il turista   straniero viene in Italia per assistere soprattutto  a opere liriche, ma non disdegna i concerti. Vive il teatro come luogo da visitare alla stessa stregua di un museo o un monumento. Il turista  italiano ,nella scelta,  segue  più  l’artista che  l’opera, e   predilige   opere e   balletti.  Accompagniamo i nostri viaggi di punta     affiancati  talvolta  da critici musicali di fama internazionale   per creare momenti di discussione e convivialità legati all’esperienza musicale. Questo porta i clienti a essere fortemente fidelizzati e a volersi ritrovare anche tra loro per ricreare una  ‘community’.

La Notte della Taranta, l’evento musicale legato al turismo

Da concertone a strumento di promozione turistica. E’ quello che è diventata La Notte della Taranta, evento musicale che ogni anno a fine agosto richiama in Puglia,   Melpignano, Salento, un vero e proprio  pellegrinaggio di  appassionati, centinaia di migliaia, tra  flussi italiani e stranieri, per ascoltare e  vivere live   i ritmi salentini,la tradizionale pizzica,  le contaminazioni  mediterranee e altre  influenze musicali. Il Concertone è tra  l’altro il gran finale di altrettanti concerti che animano  per  circa dieci giorni varie  cittadine del Salento, appartenenti per lo più agli    undici comuni dell’area grecanica  salentina.  Ed è proprio dall’Unione dei Comuni della Grecia Salentina e dall’ Istituto Diego Carpitella che  nel 1998 nacque l’idea di questa grande  manifestazione, laboratorio musicale e di valorizzazione della tradizione. “Le musiche e le danze della tradizione sono divenute ormai  da anni una calamita irresistibile per i turisti che vengono qui giù da noi a  cercare esperienze e autenticità –   le parole di  Silvia  Godelli, assessore al Mediterraneo, Cultura, Turismo della Regione Puglia. Il  concertone  2014  si prepara  alla sua sedicesima edizione che si svolgerà dal 5 agosto al 23 agosto (Grecìa Salentina, Alessano, Cursi, Galatina e  Lecce).

www.lanottedellataranta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *